Come scegliere il tavolo

Il tavolo più importante in una casa che si rispetti è quello della sala da pranzo...

  • Come scegliere il tavolo
  • Come scegliere il tavolo
  • Come scegliere il tavolo
  • Come scegliere il tavolo
  • Come scegliere il tavolo
  • Come scegliere il tavolo

IL TAVOLO DA PRANZO O LIVING
Il tavolo più importante in una casa che si rispetti è quello del soggiorno, destinato a pranzi o cene importanti e per trascorrere momenti in compagnia, da sempre il fulcro delle riunioni familiari o ricorrenze speciali e il punto di ritrovo principale della famiglia. Le proposte sono moltissime dal cristallo al legno, dall’acciaio ai materiali compositi. Dovrete sceglierlo in base ad una vostra esigenza d’uso senza essere troppo sovradimensionato o addirittura d’intralcio rispetto all’ambiente, senzacadere nell’errore contrario perché un tavolo troppo piccolo si perderebbe tra gli altri elementi d’arredo. Negli anni  sono cambiate molte cose: stili di vita, abitudini e molte abitazioni moderne hanno dimensioni più ridotte. Talvolta in una casa possiamo trovare un unico tavolo che oltre ad una funzione estetica e conviviale, diventa anche tavolo da lavoro, appoggio e per il consumo di pranzi o cene quotidiani. Largo quindi ai tavoli trasformabili o "allungabili”  poco ingombranti ma che in caso di necessità possono accogliere comodamente tutti gli ospiti.


TAVOLO DA CUCINA
Un tempo il tavolo da cucina veniva usato come piano da lavoro principale nella casa. Con l’avvento delle cucine componibili il piano da lavoro principale è diventato il piano cucina e il tavolo si è ridimensionato per una migliore ergonomia, passando da 80/83 cm di altezza, a 74/77 cm di altezza dei tavoli attuali. Il tavolo da cucina però rimane comunque un punto d’appoggio importantissimo e fondamentale e va scelto ponendo in primo piano la praticità alla pura estetica.

DIMENSIONI DEL TAVOLO

Il tavolo va scelto in base al numero di persone che si dovranno accomodare giornalmente. Una persona seduta a tavola, occupa uno spazio in larghezza di 55/60 cm, una profondità di 35 cm sul tavolo e uno spazio di seduta in profondità di 60 cm. La forma più usata e diffusa è quella rettangolare disponibile in molteplici alternative, la forma rotonda, molto usata all’estero ma rivalutata anche in Italia negli ultimi anni, garantisce una maggiore convivialità, mentre la forma quadrata sta prendendo piede nelle dimensioni extra (140x140 e oltre), che ospitano comodamente 8 persone. La scelta verrà quindi decisa molto attentamente in base alla geometria del locale e agli elementi di arredo. 
 
 Se siete indecisi sulla dimensione, non mettete mai dei cartoni per terra per ipotizzare l’ingombro di un tavolo, ma poneteli piuttosto all’altezza di 75/80 cm e l’ingombro visivo cambierà radicalmente. Molte volte nelle cucine si commette l’errore di appoggiare il lato lungo del tavolo alla parete della cucina. In questo modo oltre a mangiare guardando il muro, avrete le sedie d’intralcio fra il tavolo e il piano cucina. Basterà invece appoggiare il lato corto del tavolo alla parete aumentando l’ergonomia e quindi la comodità dell’ambiente. Se la vostra scelta invece ricadrà su un tavolo dal design particolare, cercate di posizionarlo in una zona libera e accessibile visivamente per potere aumentarne l’attenzione.

SE HAI ANCORA QUALCHE DUBBIO ... CONTATTACI! Mandateci una piantina del vostro locale o una foto dell’ambiente, vi proporremo le nostre soluzioni di ambientazione!
HAI BISOGNO D'AIUTO?
Contattaci al numero +39 049.8876293
o alla mail info@progettosedia.com